caffè-in-capsule-compatibili-biodegradabili

Parliamo di caffè solidale?

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

PERCHÉ PARLIAMO DI CAFFÈ SOLIDALE?

Oggi, le capsule di caffè sono diventate uno dei principali inquinanti derivanti dalle abitudini massicce della nostra società dei consumatori. Il formato delle capsule compatibili Nespresso è riuscito a diffondersi in tutto il mondo ad una velocità vertiginosa, relegando in secondo piano le tradizionali macchine da caffè. Le macchine da caffè con capsule Nespresso compatibili sono riuscite a infilarsi nella nostra vita in pochi anni, anche generando nuove abitudini nel consumo di caffè.

E’ innegabile quanto sia pratico e confortevole questo nuovo formato che, insieme alla capacità di conservare il miglior aroma e sapore del caffè, ha contribuito al suo successo.

Aiuta l’ambiente acquistando capsule compatibili biodegradabili!

Non si possono negare gli effetti del consumo di capsule di caffè sul nostro pianeta. La loro composizione, una miscela di plastica e alluminio, li rende un prodotto difficile e costoso da riciclare. Unitamente al fatto che si tratta di un pacchetto complesso contenente residui di caffè, il suo trattamento negli impianti di trattamento dei rifiuti è particolarmente complicato. L’ enorme potenza dei gruppi aziendali che possiedono i principali marchi di capsule di caffè rende facile nascondere qualcosa del genere attraverso milioni di campagne pubblicitarie.

Ora si può fare un consumo responsabile. Stiamo parlando dell’ acquisto di capsule di caffè biodegradabili, un caffè solidale con l’ ambiente e il cui consumo non implica un problema ambientale.

PERCHÉ PARLIAMO DI CAFFÈ SOLIDALE?

Parliamo di caffè solidale, sia per i processi di produzione che per la composizione e il minimo impatto ambientale. I materiali che compongono le capsule sono totalmente biodegradabili. Essere solidali con il nostro pianeta significa essere solidali con i suoi abitanti, che alla fine trarranno beneficio da questa soluzione. La maggior parte dei consumatori di pastiglie di caffè hanno già una macchina per il caffè e non sarebbe logico dover acquistare una macchina per il caffè con capsule specifiche per un formato di prodotto simile.

Riciclaggio errato

Un problema con questo tipo di prodotto è che i consumatori lo riciclano in modo scorretto. I regolamenti non lo considerano un contenitore e non devono essere gettati nel contenitore giallo. Se qualcuno cerca di svuotare il caffè e buttare via la capsula di alluminio, ci saranno sempre residui organici.

Nespresso, leader mondiale nella vendita al dettaglio monodose, ha più di 900 punti in cui i clienti possono avvicinare le capsule usate. I portavoce dell’ azienda affermano che entro il 2020 si aspettano di avere la capacità di riciclare il 100% della sua produzione.

Ma non tutte le persone hanno il tempo o la consapevolezza di avvicinarsi al punto di riciclaggio: si stima che solo una persona su cinque si preoccupi di raccoglierle e consegnarle.

L’ alternativa delle capsule organiche

Una soluzione al problema ecologico può venire da capsule biodegradabili. Una delle aziende che le ha lanciate è caffè Foschi, le cui formule monodose sono compatibili con le macchine Nespresso.

Materiali

Il segreto è nella plastica biodegradabile utilizzata per fare il monodose. Si tratta di Ecovio, un materiale creato da BASF e prodotto sulla base di un poliestere chiamato Ecoflex.

Il segreto è nella plastica biodegradabile utilizzata per fare il monodoso. Si tratta di Ecovio, un materiale creato da BASF a base di un poliestere chiamato Ecoflex (sviluppato anche dalla multinazionale tedesca) e biopolimero PLA, a base di amido di mais.

La carta riciclabile copre l’ esterno della capsula, e all’ interno è questo tipo di plastica biodegradabile. Inoltre, la struttura è unificata con un adesivo compostabile chiamato Epotal Eco, un’ altra creazione BASF. Come altre capsule, ciò impedisce che umidità, ossigeno o luce danneggino il prodotto.

Più marchi sul mercato

Un altro marchio che presenta le sue capsule biodegradabili è Illy. Precisamente, le cose con la loro vecchia azienda non finivano bene e l’ azienda di Nestlé le giudicò per la brevettabilità delle loro famose capsule, sostenendo che il gigante del cibo ha perso e dato ali a questa nuova azienda per presentare capsule ecologiche e vendere caffè dai produttori coinvolti nel commercio equo e solidale.

Queste capsule sono costituite da “fibre vegetali 100% di origine biologica”, riferisce l’ azienda, e garantiscono che in sei mesi si degradino grazie ad un sistema di compost industriale. Quando lo buttate via, buttatelo nel cestino biologico.
Ci sono aziende che producono capsule “a base di fibre vegetali di origine 100% biologica”, assicurando che in sei mesi si degradino grazie ad un sistema di compost industriale.

L’ avanzamento ecologico contro le capsule tradizionali va di pari passo con l’ espansione di questo sistema. Ad Amburgo, il suo governo municipale ha vietato l’ acquisto di macchine e capsule in tutti gli uffici della pubblica amministrazione – tra le altre misure di consumo sostenibile.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un commento