Regali di natale beauty

Idee regali Natale 2016: prodotti di cosmetica

collezione-make-up

Rientrano sicuramente grazie alla loro utilità e al budget di spesa minimo tra i regali di Natale da fare ad amici e parenti, parliamo dei prodotti di cosmetica. Sono un idea molto gettonata visto che il settore beauty offre molte tipologie di prodotti capaci di accontentare i gusti di una variegata schiera di clienti.

Leggi il seguito

Nuova gioielleria online

In principio era una gioielleria con una lunga tradizione familiare consolidata integralmente dopo 20 anni nel mercato di Brescia, oggi è una realtà completamente nuova, dinamica e allegra, con collezioni di gioielli per ogni esigenza e prezzo, senza perdere l’impronta di qualità che ha caratterizzato i suoi gioielli per anni.

Il grande successo è stato quello di sviluppare progetti speciali per con pietre preziose originali provenienti da tutto il mondo. Pasini è in grado di seguire i gusti di ogni cliente e tiene conto di ogni dettaglio in modo che lo stile rispecchi perfettamente le esigenze di ognuno.

Devi fare un regalo prezioso per un occasione speciale e importante?
Un anello di fidanzamento oppure delle fedine nuziali?
La nascita di un bambino?

La gioielleria online Pasini è la soluzione ideale perché ti permette di trovare il più vasto assortimento di gioielli di varie marche a prezzi decisamente bassi e convenienti.
Nelle vetrine online della gioielleria Pasini puoi ammirare le collezioni più esclusive ed accattivanti dei marchi più prestigiosi presenti in circolazione nel campo della gioielleria, come Tamashii, Tuum, Adamas Milano, Dada, APM Monaco e tanti altri Brand famosi.

raffinati ed eleganti fanno bella mostra gli orologi Rolex, come anche i modelli Ademars Piguet, Chanel e Cartier, oppure orologi dedicati a chi ama lo sport in tutte le sue forme.

Un ampio assortimento di bracciali, collane, anelli e orecchini di alta manifattura e dal design curato in ogni dettaglio, le proposte di gioielleria includono anche orologi di gran classe in grado di soddisfare le esigenze ed i gusti più disparati.

Una straordinaria e completa collezione di gioielli a prezzi eccezionali presso Pasinigioielli.com, consegna rapida e garantita entro 24 / 48 ore, e la possibilità unica di poter contare su convenienza e qualità per i tuoi acquisti più preziosi.
Qualunque sia il tuo gusto o l’esigenza del momento, potrai divertirti a cercare gli accessori giusti da abbinare al tuo look, per un outfit perfetto in ogni occasione. Scegliendo, ad esempio tra un vasta gamma di preziosi realizzati artigianalmente come per es. Fedi nuziali, Anelli, Fedine.

L’Italia declassa la crescita per il 2016 e 2017

L’Italia ha declassato le previsioni economiche di crescita nelle settimane recenti, presentando al paese delle prospettive di bilancio peggiori del previsto. Il gabinetto italiano ha approvato le nuove proiezioni, tagliando la stima di crescita del prodotto interno lordo del 2016 allo 0,8 per cento da un 1,2 per cento previsto nel mese di aprile. Il prossimo anno, Roma si aspetta una crescita del 1 per cento, a fronte di una precedente stima del 1,4 per cento.

Leggi il seguito

Arriva l’APE, come funziona la pensione anticipata

La pensione anticipata è una delle più grandi novità che riguarderanno il sistema previdenziale e pensionistico del nostro paese per il 2017. Da diversi mesi si parlava di questo concetto e ora, finalmente, arriva, nero su bianco, in dodici commi. Le regole che riguardano il “nuovo anticipo finanziario” relativo alla pensione, così come è stato definito dalle norme, si trova all’interno di un testo di tre pagine in totale, che fissa tutte le regole di questo strumento previdenziale.

Leggi il seguito

Buccellati presenta la sua nuova collezione Opera

La maison di alta gioielleria Buccellati ha presentato la sua nuova collezione di gioielli extra lusso, la collezione Opera. Ancora una volta Buccellati ci dimostra quanto i gioielli possano essere eleganti e davvero ricchi di stile, gioielli che seguono le più antiche tradizioni orafe e che allo stesso tempo però riescono ad essere davvero molto contemporanei. Buccellati infatti vuole con questi suoi nuovi gioielli riuscire a garantire, in linea con i propri investimenti legati per molti versi alla quotazione oro, una linea di gioielli con un design che possa essere amato anche da un target di riferimento molto più giovane, gioielli quindi davvero ricchi di freschezza e innovazione, nonostante però le caratteristiche tipiche della maison rimangano intatte, veri e propri punti fermi in un mondo che, giustamente, è in continua mutazione. Andiamo insieme allora a scoprire questa nuova meravigliosa collezione.

Leggi il seguito

Vuoi partire per l’Australia? Ti serve il visto turistico

L’Australia è divenuta col tempo una delle mete più amate e ambite dagli Italiani.

Sono tanti i motivi che ci conducono in una terra così lontana: il desiderio di un viaggio indimenticabile, la necessità di un’esperienza all’estero o la voglia di mollare tutto per stabilirsi definitivamente in questa terra.
Qualsiasi sia il motivo che vi porta a raggiungere il continente Australiano dovete sapere che è necessario munirsi di un visto (in inglese “Visa”).

Leggi il seguito

IL NUOVO PROGETTO DI CONFTURISMO

Logo_ConfturismoLa nuova CONFTURISMO – espressione unitaria delle Organizzazioni nazionali rappresentative delle imprese e delle professioni turistiche aderenti a Confcommercio Imprese per l’Italia – è la struttura associativa di coordinamento per il comparto del turismo promossa dalla Confederazione. Sono Organizzazioni Associate fondatrici di Confturismo:

Leggi il seguito

L’aumento dell’IVA? Per noi è una batosta

aumento IVAIl rischio sembrava scongiurato qualche mese fa, quando il governo aveva annunciato l’intenzione di innalzare l’IVA di un punto percentuale entro lo scorso 1° luglio, salvo ripensarci nel giro di pochi giorni. Ora però l’ipotesi si ripropone in maniera ancora più insistente – si parla del primo ottobre – e le associazioni dei commercianti pugliesi non nascondono le loro preoccupazioni.

Per Antonio Schipa, direttore di Confesercenti Lecce, si tratta di «una nuova batosta a danno dei commercianti, chiamati ancora una volta e loro malgrado a dover sopperire alla situazione critica dei conti pubblici». I commercianti, infatti, si dicono «nettamente contrari, è un colpo mortale che arriva dopo un altro aumento, quello dal 20% al 21%. Al momento non sono previste iniziative di protesta, ma certamente non resteremo con le mani in mano qualora davvero il governo dovesse propendere per questa ipotesi».

Anche il direttore di Confcommercio Taranto, Angelo Colella, non nasconde la propria preoccupazione «Già dai dati di cui siamo in possesso emerge un quadro molto delicato della situazione commerciale», afferma. «A livello nazionale c’è una netta riduzione dei consumi, e certamente l’eventuale nuovo aumento dell’Iva non farebbe che accentuare questo calo». A livello locale va anche peggio: «Secondo le stime del 2013, Taranto è ultima tra le province pugliesi per quanto riguarda i consumi. L’anno scorso la “maglia nera” era Brindisi, adesso ci siamo finiti noi. Questa situazione è molto complicata e spiace soprattutto che a pagarne le conseguenze siano anche i consumatori, soprattutto quelli della fascia medio-bassa, che fanno tanti sacrifici per arrivare alla fine del mese».

Lucida anche l’analisi da Brindisi, con il direttore della Confcommercio Giuseppe Marchionna che spiega: «Nei mesi scorsi sono state organizzate campagne di sensibilizzazione, è stata avviata una raccolta firme e sembrava che il governo avesse abbandonato la possibilità di aumentare l’Iva al 22%. Oggi, invece, si torna a parlarne, ma noi ribadiamo la nostra contrarietà». Confcommercio Brindisi conferma di essere pronta a fare nuove pressioni al governo per ottenere un nuovo ripensamento. «Ma sarà difficile, lo so», dice Marchionna. «Però trovo assurdo che nessuno stia preoccupandosi del dramma dei consumi interni. Siamo in presenza di un meccanismo economico inceppato, sopraffatto dalla paura di spendere, di investire e proprio quando si inizia a parlare di ripresa non possiamo pensare di aumentare l’Iva. Il timore è che di questo passo si vada verso un blocco totale dell’economia».

Confesercenti Brindisi, invece, non si dichiara solo contraria, ma si dice anche certa che il passaggio dell’imposta al 22% non avverrà. «E non è solo una previsione – racconta il presidente provinciale Antonio D’Amoreparliamo con cognizione di causa, visto che nei giorni scorsi una delegazione di Confesercenti è stata a Roma e ha incontrato rappresentanti del Governo e del Parlamento. Siamo stati ampiamente rassicurati: il temuto aumento non ci sarà». Nemmeno le ultime notizie sullo stato di salute dell’economia italiana fanno cambiare idea a D’Amore: «Già con il passaggio dell’Iva dal 20% al 21%, lo Stato ha potuto sperimentare l’inefficacia di un provvedimento del genere, che porterebbe ad una sproporzione tra il ricavo e il crollo dei consumi. Noi abbiamo ricevuto tutte le rassicurazioni del caso» conclude D’Amore. «Se poi il governo dovesse cambiare davvero decidere di cambiare idea nel giro di appena una settimana, allora ci sarebbe davvero da fare le valigie e andare via».

La denuncia di Confcommercio: dal 2014 rincari fino al 600% con la Tari

FruttivendoloCambiano gli acronimi e le denominazioni delle imposte, ma non muta il peso delle stangate per le imprese, che anche con l’introduzione della nuova tassa TARI dovranno sborsare cifre considerevoli per i rifiuti.

Stando a quanto calcolato dall’Ufficio Studi di Confcommercio, dal 2014 gli aumenti per le aziende potrebbero superare il 600%.

L’incremento medio della nuova tassa per le imprese del commercio e dei servizi è stimato in + 290%.

Per bar e pasticcerie sarà del + 314%; per pizzerie, ristoranti e trattorie del + 482%; per i negozi di ortofrutta del 650%; per le discoteche + 680%.

Leggi nel dettaglio l’articolo di Quotidiano di Puglia qui allegato

Confcommercio: “Modesta ripresa, domanda ancora critica”

La modesta ripresa dell’inflazione registrata a giugno, è un dato atteso e già anticipato dalle nostre stime nell’ ICC di inizio mese. A determinare questa evoluzione sono stati alcuni elementi di carattere stagionale, le tensioni sui prezzi di alcuni prodotti alimentari freschi – legate all’andamento climatico non particolarmente favorevole – e la ripresa dei prezzi dei carburanti“. Questo il commento dell’Ufficio Studi Confcommercio ai dati sull’inflazione diffusi dall’Istat. “Al netto di questi fattori – prosegue la nota – che dovrebbero in parte rientrare nelle prossime settimane, la dinamica inflazionistica risulta particolarmente contenuta ed in linea con una situazione della domanda ancora eccezionalmente critica“.

28 giugno 2013